Joe DiMaggio&Marilyn Monroe: Un legame indissolubile

Sebbene sposati per un breve periodo, l’icona di Hollywood Marilyn Monroe e la superstar degli Yankees Joe DiMaggio hanno stretto un legame che è durato anche dopo la sua tragica morte.

I grandi americani Marilyn Monroe e Joe DiMaggio , unione di breve durata hanno catturato il cuore e l’attenzione di una nazione.

Quando si sono incontrati, DiMaggio era già etichettato come il più grande giocatore di baseball di tutti i tempi. Sebbene il matrimonio è durato solo nove mesi, la loro breve storia d’amore ha appassionata tutti.

Nonostante le differenze esteriori, Monroe ammette che lei e DiMaggio erano “molto simili”.
Il sogno americano si è realizzato, entrambi partiti da umili origini per poi arrivare a sedersi in cima all’apice della carriera scelta. Ma nel 1952, quando DiMaggio ha chiesto a un conoscente di fissare un appuntamento con Monroe, era una leggenda sportiva.

Prima del loro primo incontro, Monroe era scettica. “Mi aspettavo un appariscente tipo sportivo di New York e invece ho incontrato questo ragazzo riservato” ha scritto.

“Mi ha trattata come qualcosa di speciale.” L’attrazione era forte e hanno iniziato a frequentarsi.

Sebbene gli scettici hanno messo in evidenza le loro differenze, Monroe ha ricordato le somiglianze, incluso il desiderio comune di una casa stabile e di bambini. “La verità è che eravamo molto simili” ha detto Monroe all’autore Ben Hecht nel suo libro di memorie My Story. “La mia pubblicità, come la grandezza di Joe, non ha nulla a che fare con ciò che realmente siamo. ”

Secondo DiMaggio, l’intimità fisica con Monroe era epica. “Quando ci siamo riuniti in camera da letto, era come se gli dei stessero combattendo; c’erano nuvole temporalesche e fulmini sopra di noi ”,ha ricordato DiMaggio all’autore Rock Positano in Dinner With DiMaggio: Memories of an American Hero . Ma la forte attrazione fisica era anche bilanciata dal rispetto di DiMaggio per la sua intelligenza.

“Joe e io stavamo parlando di sposarci da alcuni mesi” ha detto Monroe a Hecht. “Sapevamo che non sarebbe stato un matrimonio facile. D’altra parte, non potevamo continuare ad andare avanti per sempre come coppia di amanti . Potevamo iniziare a ferire entrambe le nostre carriere. “

Si sono sposati in una tranquilla cerimonia in Municipio il 14 gennaio 1954, a San Francisco, nativo di DiMaggio. Un matrimonio in chiesa non era un’opzione a causa del fatto che entrambi i celebranti avevano precedentemente divorziato: DiMaggio dalla sua prima moglie, Dorothy Arnold, nel 1944, e Monroe da James Dougherty nel 1946.

Secondo Monroe, DiMaggio ha escogitato lo scenario matrimoniale dell’ultimo minuto che si adattava a entrambi i loro programmi. “’Stai avendo tutti questi problemi con lo studio e non stai lavorando, quindi perché non ci sposiamo adesso? Devo comunque andare in Giappone per qualche affare di baseball,e potremmo fare una luna di miele”.

“E così ci siamo sposati e siamo partiti per il Giappone in luna di miele.” Ha detto Marilyn.

Fin dall’inizio, il loro matrimonio è stato una sfida. Durante la luna di miele, è stato chiesto alla Monroe di recarsi in Corea per esibirsi per le truppe americane. DiMaggio è rimasto in Giappone. Di ritorno a casa, la coppia ha cercato una vita normale, ma la volatilità della sua carriera, la sua gelosia e il suo coinvolgimento nelle negoziazioni di contratti professionali e le scelte di alcuni ruoli hanno iniziato a rovinare i loro progetti.

Monroe e DiMaggio hanno divorziato dopo nove mesi di matrimonio
Secondo quanto riferito, DiMaggio voleva una moglie casalinga. Monroe voleva espandere i suoi orizzonti culturali con un marito che era interessato al suo lavoro. Il nuovo sposo ha anche lottato con l’immagine di sua moglie. Durante le riprese di “Quando la moglie è in vacanza” a New York, DiMaggio era disgustato dall’ormai famosa scena della metropolitana. Monroe ha detto:”… esponendo le gambe e le cosce, questa è stata l’ultima goccia”.

Una Monroe visibilmente in lacrime e sconvolta ha annunciato pubblicamente il loro divorzio nove mesi dopo il loro matrimonio, citando la crudeltà mentale. In una lettera scritta a sua moglie al momento dell’annuncio, DiMaggio ha scritto: “Ti amo e voglio stare con te. … Non c’è niente che vorrei di meglio che ristabilire la fiducia. … Il mio cuore si è spaccato ancora di più vedendoti piangere di fronte a tutte quelle persone. “

Alla fine il legame tra loro non si è mai rotto, DiMaggio è rimasto al suo fianco fino alla sua morte improvvisa.

Dopo diversi anni, una Monroe emotivamente fragile è entrata in una clinica psichiatrica a New York. È stato DiMaggio a garantire la liberazione della sua ex moglie, portandola al campo di addestramento dello Yankee in Florida, dove era un allenatore.

Non sono mai tornati insieme, la coppia è rimasta in buoni rapporti , anche se Monroe lottava con dipendenza, depressione e ansia. È morta l’anno seguente seguente il 4 agosto 1962.

Un DiMaggio devastato ha organizzato il suo funerale, a quanto pare escludendo l’élite di Hollywood così come i membri della famiglia Kennedy tra cui l’allora presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy , con cui si diceva che Monroe avesse avuto una relazione . DiMaggio non ha mai perdonato l’amico Frank Sinatra per averla presentata ai Kennedy.

Un DiMaggio ancora devoto non ha parlato raramente di Monroe durante la sua vita. Joe DiMaggio, nei primi tempi dopo la morte di Marilyn, ha portato personalmente una volta a settimana un mazzo di rose rosse sulla tomba dell’attrice; in seguito, sino al 1982 li ha fatti recapitare da un fioraio.

“Vivo con il mio grave rimpianto e incolpo me stesso per quello che le è successo”ha detto DiMaggio. “In seguito Sinatra mi ha detto che ‘Marilyn mi ha amato comunque, fino alla fine’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *